Backlog videoludico: A Way Out

Sfruttando la nuova Xbox Series S, l’abbonamento al Game Pass Ultimate e un amico di Live, ho finalmente recuperato A Way Out.

Lo avevo tenuto d’occhio sin dal momento dell’uscita, ma non mi ero mai deciso a comprarlo, anche per la necessità di avere obbligatoriamente un compagno di gioco per poterlo finire.

A Way Out è un videogioco action-adventure, giocabile esclusivamente in co-op da due persone, realizzato da Hazelight Studios e pubblicato da Electronic Arts tramite il loro programma EA Originals. È il secondo videogioco di Josef Fares, che già ci aveva abituato a meccaniche di gioco “duali” con Brothers: A Tale of Two Sons e che ora è a lavoro per completare It Takes Two, adventure con elementi platform in 3D dalla modalità cooperativa obbligatoria e appena presentato ai Game Awards 2020.

Avevo sempre sentito parlare bene di A Way Out, anche con alcuni commenti diretti di Giovanni e Andrea che ai tempi avevano iniziato il gioco (senza però finirlo).

Ora che l’ho giocato e finito, non posso che confermare l’impressione. Certo, dovrei rigiocarlo per viverlo dalla parte dell’altro protagonista e per prendere alcune scelte differenti, che potrebbero portare a deviazioni narrative più o meno importanti e magari giungere a un finale differente.

Ma questa prima run mi conferma che A Way Out è una bellissima esperienza, capace di introdurre nuove meccaniche e minigiochi in ogni livello che lasciano sempre piacevolmente colpito e non lasciano sopraggiungere la noia; per quanto di breve durata, ha una narrazione ottima che non risparmia i colpi di scena e una scrittura dei dialoghi mai mai banale. Inoltre colpisce l’occhio grazia a una art direction, fotografia e regia veramente impressionati (calcolando anche l’espediente dello split-screen quasi sempre presente a video), che va a braccetto con un lavoro di ottimizzazione notevole su Xbox Series X|S, tra caricamenti praticamente inesistenti e cura grafica niente male, per un gioco con un budget di produzione limitato ed uscito comunque nel 2018.-

Se ne avete la possibilità (lo trovate su Game Pass per Console e PC, EA Play, su Origin e i vari store in download): compratelo e giocatelo con un amico (basta solo che uno dei due abbia la copia completa, l’altro giocare può unirsi alla sessione semplicemente scaricando la demo) e provatelo anche voi, perché merita tantissimo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.