Apple M1: il bello delle note in piccolo

Al netto di quanto detto in generale su M1 nel post precedente, c’è una cosa che mi fa sinceramente innervosire della pagina del sito di Apple dedica al nuovo system-on-a-chip.

È la sensazione che quei bellissimi grafici comparativi destino un po’ di sospetto, comparando chissà cosa. E andando a leggere le note in piccolo in alcuni casi questa sensazione viene confermata.

Infatti, secondo i vari grafici il nuovo M1 offre:

  • up to 3.9X faster video processing;
  • up to 3.5X faster CPU performance.

Il confronto è stato fatto tra MacBook Air:

Testing conducted by Apple in October 2020 using preproduction MacBook Air systems with Apple M1 chip and 8-core GPU, as well as production 1.2GHz quad-core Intel Core i7-based MacBook Air systems

In questo caso, il confronto sembra abbastanza onesto: si tratta del modello MacBookAir9,1 presentato a marzo 2020, con upgrade di processore alla versione 1.2 GHz (i7-1060NG7) quad-core Intel Core i7 con Turbo Boost 3.8 GHz. Certo, mi chiedo chi è che nel mondo reale faccia video editing su un MacBook Air, però almeno il confronto è fatto con l’ultima versione disponibile del computer, aggiornata relativamente recentemente, con una opzione build to order installata.

Continuando nella pagina, scopriamo che il nuovo M1 è

  • up to 7.1X faster image processing;
  • up to 15X faster machine learning performance.

In questo caso il confronto è fatto su Mac mini:

Testing conducted by Apple in October 2020 using preproduction Mac mini systems with Apple M1 chip, and production 3.6GHz quad-core Intel Core i3-based Mac mini systems

In pratica, si tratta del modello entry level della 4a generazione di Mac Mini presentata a novembre 2018. Facile vincere facile.

Però poi le cose iniziano a farsi molto oscure, quando si arriva ai confronti col mondo PC, sia con le CPU:

  • up to 2X faster CPU performance;
  • matches peak PC performance using 25% of the power.

In questo caso il confronto è fatto su non ben specificati PC di ultima generazione:

Comparison made against latest‑generation high‑performance notebooks commercially available at the time of testing.

Quali pc? Con che processore? Con che RAM? Con quali altre caratteristiche?

Oppure, sempre per rimanere nel super vago troviamo poi la parte dedicata alla GPU…

  • up to 2X faster GPU performance
  • matches peak PC performance using 33% of the power

… in cui cui viene ripetuta la stessa formula vaga:

Comparison made against latest‑generation high‑performance notebooks commercially available at the time of testing. 

Ora, capisco che sia sia bello poter presentare numeri altissimi e millantare prestazioni esagerate, però è così difficile sfruttare le note per citare chiaramente i modelli confrontati o anche solo indicare le caratteristiche principali dei PC confrontati, anche solo tipologia di processore, generazione, velocità di clock, GPU, dimensione e tipologia di RAM?

Alla fine, i test saranno stati fatti veramente. E se questi sono veramente i risultati, perché nascondere i dettagli?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.