Allenamento tutti i giorni

Facile a dirsi dopo solo 3 giorni dell’anno nuovo, ma un altro buon proposito che mi sono imposto è di allenarmi tutti i giorni.

Le palestre son chiuse, il pagamento dell’abbonamento annuale (rinnovato a febbraio, prima del lockdown) è fortunatamente in standby, ma la mia palestra offre un servizio di streaming chiamato Virgin Revolution decidato ai workout.

Sono rimasto affascinato per la bravura che Virgin Italia ha dimostrato nel tirar fuori il progetto, al momento giusto. Nei primi periodi del lockdown infatti avevano iniziato a pubblicare i primi workout liberamente su YouTube, Instagram e sulla pagina Facebook, hanno iniziato a costruire un vero e proprio palinsesto, che poi è stato trasferito sul servizio di streaming disponibile dall’app di MyVirginActive.

Ora, sicuramente qualcosa bolliva in pentola da tempo, perché è sicuramente possibile mettere in piedi un progetto del genere in così poco tempo, considerando anche l’allestimento degli spazi di registrazione in San Babila e tutta l’infrastruttura necessaria dal punto di vista tecnico. Però sicuramente hanno dato un’accelerata al progetto con il primo lockdown, l’hanno reso pubblico in versione MVP e l’hanno poi fatto evolvere nel tempo fino alla versione odierna.

Versione odierna che è composta da un palinsesto di 3 o 4 live di allenamento, che dopo la prima messa in onda, rimangono disponibili e vanno ad arricchire la già vasta e variegata libreria di allenamenti (adesso son già più di 1000), divisi in 3 classi di difficoltà, diverse discipline (raggruppate in cycle, running, grid, recovery, strength, yoga, plates) e tenuti da diversi trainer, ognuno col suo stile (tra cui anche il mio personal trainer irl, Manuel).

Il servizio è incluso gratuitamente nell’abbonamento alle palestre Virgin Active oppure è disponibile come abbonamento digitale al prezzo di 9,99€/mese (o 99,99€/anno) per i non soci.

Comunque, tutto questa digressione per dire che sì, voglio allenarmi tutti i giorni e che per ora proverò un giorno di “carico” con un allenamento di full/upper/lower body e uno di “scarico” provando delle sessioni di yoga o qualche classe on demand nella categoria di recovery.

Ma intanto, mi mangio già le mani per aver perso in questi mesi di simil-fermo tutti quei progressi che avevo fatto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.