Sì, ma poi lo cambio (cit.)

Grazie alla segnalazione di Andrea mi sono accorto che il blog aveva un piccolo problema: non visualizzava i commenti sotto ai post, mostrava solo il box di scrittura (tranne poi dare errore all’invio).

In effetti, mi sembrava strano che il vecchio tema Matheson, ormai abbandonato da anni, fosse resistito così tanto tempo nonostante i grossi aggiornamenti di WordPress, senza dare problemi di sorta. E invece…

E così, per risolvere velocemente il problema, son passato a Twenty Twenty One, l’annuale tema di default rilasciato direttamente dal team dietro a WP. Ringrazio Serena per il suggerimento: se non ne avessimo parlato in chat qualche giorno fa, forse oggi non l’avrei neanche considerato (visto che quelli degli anni precedenti non mi avevano mai convinto troppo).

Ho fatto due un paio di personalizzazioni: poche cose tra impostazioni dei widget e cambiato il colore di sfondo, con uno più scuro. Non mi piace la grandezza dei font dei titoli nelle pagine dei singoli post: troppo grandi, soprattutto ssu taglio responsive per tablet e mobile. Ma farò qualche prova con calma da Mac.

Per il resto mi sa che rimarrà così, in attesa di una nuova ispirazione (o un nuovo problema). Forse – e dico forse – potrei riordinare le categorie, che non mi hanno mai convinto, e mi lasciano sempre in difficoltà nell’assegnarle ai nuovi post.

Ma ci penso. Con calma.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.