La domiciliazione bancaria del bollo auto

Bella l’amministrazione pubblica online, un po’ meno bello quando è tutto così complicato da gestire.

Un esempio?

Mio padre ha provato a iniziare la procedura di domiciliazione bancaria del bollo auto: un modo per non dimenticarsi di pagare il bollo, per maggiore comodità visto che finisce sul c/c bancario, per non incorrere in more per ritardi dei pagamenti e che al momento offre un interessante sconto del 15% sfruttando questa modalità.

Mi arriva una mail che mi avvisa dell’inizio della procedura. Recita così e mi fa ben sperare:

La informiamo che ci è pervenuta da parte del/la Sig./ra XXX, la richiesta di attivazione della domiciliazione bancaria, sul proprio conto corrente, del bollo auto relativo al veicolo targato XXXXXXX, a Lei intestato.

Di conseguenza, ai fini dell’accoglimento della richiesta, è necessaria la Sua autorizzazione che potrà rilasciare accedendo all’Area Personale dei Tributi, tramite l’apposita funzionalità.

Per ulteriori informazioni e per conoscere lo stato della lavorazione, La invitiamo a consultare l’Area Personale dei Tributi.

Cordiali saluti

Poi iniziano i problemi: perché non spiegano per filo e per segno come fare? Perché non metto un bottone da cliccare, un link diretto, un elenco passo passo con la procedura? Perché quella frase “è necessaria la Sua autorizzazione che potrà rilasciare accedendo all’Area Personale dei Tributi, tramite l’apposita funzionalità.” suona sicuramente oscura e non fa ben sperare. Infatti:

  • Qual’è il link di login? Andando su regione.lombardia.it si trova di tutto tranne come si fa a fare login nella propria Area Personale, figurarsi trovare l’Area Personale dei Tributi. Provo la ricerca col motore interno del sito: il primo risultato ovviamente non è il link diretto, ma una pagina che spiega che cos’è l’Area Privata e – fortunatamente – come si fa ad accedervi: tributi.regione.lombardia.it. Ok, l’abbiamo trovato, però perché non c’è un link comodo in home page, anche solo nella site map nel footer? Per arrivare solo alla pagina di login ho fatto non so quanti click e passaggi e “prova e riprova” che si potevano sinceramente evitare.
  • Una volta fatto login, devo trovare l’apposita funzionalità: si trova in homepage -> i tuoi tributi con l’elenco delle targhe intestate. Che non si carica subito, perché ovviamente “il servizio non è momentaneamente disponibile” oppure “non ci sono targhe associate”. Dopo un po’ di refresh, compare l’elenco delle targhe, la scadenza del bollo, l’importo e un tasto azione da cui si accede a una nuova pagina da cui si può richiedere la domiciliazione per veicoli di proprietà, intestati ad altri o di cui si è locatari oppure visualizzare e revocare i mandati di domicilizione. Nel mio caso, era questa l’apposita funzionalità.
  • Verificando i dati della macchina. Lo sconto applicato indicato è del 10% e non del 15% come viene pubblicizzato. Ci sarebbe da approfondire, ma forse è tutto legato a quel “la riduzione del 15%, a partire dalla scadenza del 31 gennaio 2020”, e confido che verrà gestito correttamente in automatico, no?
  • Compilo tutti i campi, arrivo fino alla fine, flaggo tutti i checkbox delle condizioni del servizio e poi…

  • Ora, se provo a tornare sulla pagina de “i tuoi tributi“, risulta sempre: “Non disponi di tasse automobilistiche”.
  • Se recupero dalla cronologia alla url di azione delle domiciliazioni, vedo ancora il mandato di domiciliazione ma arrivato alla fine della procedura ho sempre l’errore sopra.

Tutto benissimo, chissà perché un po’ ci speravo che per una volta un servizio intelligente, utile e comodo, proposto da una Pubblica Amministrazione potesse funzionare al primo colpo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.