Scrivine sul blog. (Ormai ti tampino)

Sembra che Andrea abbia una nuova missione, che sta portando avanti a suon di tweet.

Tweet a cui ovviamente non so rispondere. O meglio: risponderei che su questo spazio non troverei interessante parlare del caldo del sole, della mia sbadataggine, dei miei lamenti sul 4 che non passa mai.

https://twitter.com/Contz/status/1093599498402701312?s=19

E così, riflettendo per l’ennesima volta su cosa per me ha senso scrivere qui, mi sono ricordato di quando sono stato intervistato proprio da Andrea per il suo #WhyIBlog e di quello che gli ho scritto, ormai quasi 3 anni fa:

Mi interessa invece una pagina vuota da riempire con quello che mi interessa condividere (e studiare). Dico studiare non a caso, perché per me scrivere è l’occasione migliore per imparare ogni volta qualcosa di nuovo: documentarmi, leggere opinioni a volte discordanti tra loro e usarli come base per formare un mio pensiero.

Sono parole di tre anni fa che sento ancora valide.

Anche perché c’è sempre l’altro blog per parlare di sole, sbadataggine e paturnie. Vero?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.