Lorenzo Petrantoni per Swatch

Ne parlo con un po’ di ritardo e chiedo perdono, ma ho avuto il piacere di partecipare al vernissage della mostra Timestory organizzata da Swatch presso il Palazzo delle Stelline in Corso Magenta 59, Milano.

Protagonisti assoluti sono i lavori di Lorenzo Petrantoni, genovese di nascita, milanese di adozione, ma che vanta numerose collaborazioni con importanti giornali e famosi brand statunitensi, tra cui – come non ricordare – la copertina di Newsweek dedicata ad Obama o il visual per Coca-Cola.

 

Petrantoni ha uno stile unico e inconfondibile, con quel gusto retrò derivato direttamente dall’800 e impresso direttamente nelle opere con l’utilizzo della tecnica del collage di fotocopie e ritagli di immagini e illustrazioni tratte da libri, riviste, manuali e dizionari d’epoca.

La particolarità del suo stile si nota ancora di più osservando l’enorme l’installazione Timestory, un collage di 50 metri realizzato appositamente per la mostra. Un collage in continuo movimento grazie ai meccanismi di orologi che modificano piccole sezioni dell’opera e che la rendono unica, ogni secondo che passa. Si rimane a bocca aperta per le dimensioni e pensando all’opera certosina compiuta per realizzare l’installazione. Ma il vero stupore è quando ci si perde nei dettagli e l’occhio viaggia da ritaglio all’altro scoprendo le trame, i testi e le immagini sapientemente affiancati.

La mostra è anche l’occasione per vedere dal vivo i 5 nuovi modelli di orologi della serie Graphic Designers Collection di Swatch disegnati proprio dall’artista genovese.

Gli orologi incarnano lo stile di Petrantoni, con il suo bianco/nero sparato, il gusto retrò del decoro grafico, il contrasto moderno tra la plastica opaca della cassa e il silicone stampato del cinturino.

Il vecchio si fonde col nuovo. Passato e presente, uniti in un unico progetto. I cinque orologi che compongono la collezione – abbelliti con decori, caratteri, lettere e simboli del 19° secolo – sono il risultato di questa unione perfetta. È stato un progetto affascinante, sorprendente e originale. L’idea era quella di ridare vita a caratteri e oggetti del nostro passato, che spesso restano dimenticati in polverose librerie, rendendoli però moderni ed esteticamente belli, per usarli per un brand giovane e trendy. Nessun altro meglio di Swatch poteva dare loro il benvenuto nel nostro tempo.

L’indecisione regna sovrana nel decretare il proprio preferito tra Lucky DrawWordsReflecting Time, Hypnotic EyeTime Trial: ogni modello racconta una storia unica e viene voglia di prenderli (e collezionarli) tutti.

Una mostra decisamente da vedere, per scoprire e gustare un bravissimo artista italiano e per perdersi ad ammirare i mille dettagli di ogni suo lavoro.

 

Dettagli della mostra:
Lorenzo Petrantoni
Timestory

Galleria Gruppo Credito Valtellinese
Corso Magenta n. 59 – Milano

2 marzo – 1° aprile 2012

da martedì a domenica 12.00 – 19.00

ingresso libero

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *