Althea + Libera Rugby Club = #liberatutti

Oggi è il giorno in cui Libera Rugby Club, squadra gay-friendly di rugby di Roma sponsorizzata da Althea sughi, giocherà una partita davvero contro i pregiudizi, insieme alle leggende del Rugby nazionali e internazionali all’Arena Civica di Milano.

Sull’iniziativa e sulla squadra c’è poco da dire: è bella il progetto, è bello vedere e scoprire una squadra che promuove un ambiente privo di pregiudizi in uno sport considerato così “macho”, è bello sapere che tutti i soldi guadagnati dalla vendita dei biglietti (10€ l’uno) saranno devoluti in beneficenza alla Federazione Italiana Epilessie.

Ma la cosa che più mi fa piacere è vedere un brand italiano continuare con coerenza e coraggio il suo percorso di comunicazione, senza distinzioni e pregiudizi.

Mi ricordo di quei 5 baci d’amore lunghi 10 secondi usciti in tv a fine 2012, rappresentando diverse coppie.

Per noi, l’amore può avere molte forme,
ma una su tutte lo rappresenta in modo universale: il bacio.
Quando in un bacio si riconosce l’amore, non c’è molto altro da aggiungere. Guardate anche voi, l’amore è uguale.

Una bella campagna multisoggetto in cui comparivano anche due coppie omossessuali:

Ricordo le polemiche che hanno relegato gli spot alla fascia oraria successiva alle 23, ricordo l’accusa di aver fatto una multisoggetto del genere solo per pure ragioni di marketing.

Che ovvietà: sì, è una pubblicità, e sì, c’è dietro uno studio di marketing.

Però Althea, tra tutte, è stato forse l’unico brand italiano che ha potuto rispondere a tono e con coerenza alle uscite infelici di Guido Barilla, utilizzando proprio quella campagna pubblicitaria e facendo il verso proprio allo slogan di Barilla:

Altha sughi facebook Barilla

Ricordo, in quella fine settembre 2013, l’esplosione di post real time marketing (quando forse ancora non lo chiamavamo così ) di brand che si definivano aperti e assolutamente friendly e che hanno cavalcato l’onda del momento.

Ma adesso, mi chiedo: dov’è finita quella casa Buitoni aperta a tutti?

Casa Buitoni

 

Dov’è finito il supporto di Bertolli alla causa LGBT, perso anche nei meandri di Facebook con un permalink non più funzionante?

Bertolli

 

Dove è finito il buongiorno di Misura, a cui piacciono tutte le famiglie, anche quelle diverse?

Misura

 

Certo, vorrei anche io vivere in un’Italia e in un mondo in cui non serva dare supporto alla comunità LGBT perché non più necessario, ma vedere questi slanci di friendliness sparire così a distanza di neanche 2 anni, forse fanno ancora più male dello stare zitti.

E quindi, in tutto questo, ben venga da un lato la metamorfosi di Barilla, ma ancora meglio l’operato di Althea che continua sulla sua strada, sponsorizza il Libera Rugby Club, l’evento di oggi e, a margine, produce anche una serie di videoclip (qui la playlist su YouTube) che parlano di orgoglio, coraggio, fatica, paura, senso di libertà legando a doppio lo sport e l’essere gay.

Althea, grazie.

 

Rispondi