Timeline per le pagine fan: alcune considerazioni

E alla fine, Facebook ha lanciato il nuovo design per le pagine fan. Ci sono alcune differenze rispetto alle ipotesi di qualche giorno fa, ma la sostanza è quella: è la Timeline che già conosciamo per i profili personali, né più, né meno. A sorpresa, Mercoledì la società di Zuckerberg, ha lanciato la nuova funzionalità per tutti e c’è tempo per prepararsi all’aggiornamento fino al 30 di Marzo, giorno in cui tutte le pagine verrano migrate forzatamente al nuovo design. Alcuni brand più importanti (e soprattutto, americani), come Coca-Cola, Starbucks, Mustang, non si sono fatti trovare impreparati e sfoggiano già una pagina aggiornata. È possibile scoprire tutto sulle nuove pagine a questo link oppure sul PDF della Admin Guide; in questo post invece, più che analizzare i singoli cambiamenti apportati dalla timeline, volevo fare qualche ragionamento sulla gestione dei tab. I tab esistono ancora, anzi, acquisiscono visibilità grazie alle nuove icone 111×74 posizionate subito sotto la cover. L’icona è facilmente personalizzabile direttamente dalle impostazioni della pagina e non serve più modificare l’applicazione. Cambia il numero di link disponibili: nel vecchio design erano 5 e con un click sul tasto “mostra altre” erano visibili tutte le app della pagina, senza limiti e con ordine completamente personalizzaibile.Ora sono 4 visibili solo 4 icone, per un totale massimo di 12 applicazioni visualizzabili sulla pagina. Inoltre in prima posizione rimane l’applicazione di Foto e non si può modificare Le vecchie tab (larghe 520px) rimangono compatibili con il nuovo design e vengono mostrate centrate all’interno della nuova pagina.   Attivando invece il flag “wide” nelle impostazioni del tab è possibile sfruttare tutti gli 810px di larghezza. La nuova visualizzazione dei tab è pulita, leggera e senza distrazioni. L’attenzione dell’utente è attirata solo da 4 elementi: il nome della pagina, il menù di scelta della sezione, il tasto “Mi piace” e il contenuto. Si rinuncia volentieri al rumore causato da enormi profile pic, banner pubblicitari, testi, numero di like, menù. Però non è più possibile impostare una tab come landing page. Bisogna quindi puntare tutto sulla cover (che però non può contenere call to action, informazioni su prezzi, sconti, promozioni), sulle icone delle tab, sul contenuto messo in evidenza per convincere l’utente a diventare fan e attirare la sua attenzione. Una mossa tutto sommato comprensibile dal punto di vista di Facebook: maggiore controllo sui contenuti (testuali, video e fotografici) caricati direttamente sulla piattaforma e non su un hosting esterno non facilmente indicizzabile. Nella visualizzazione del tab, è ora impossibile togliere il like. Un po’ una seccatura per l’utente, che si troverà costretto a tornare nella timeline, accedere al menù delle impostazioni e cliccare sulla voce. Gli amministratori di pagina possono attivare la possibilità per gli utenti di inviare messaggi privati: un nuovo possibile canale per il customer care, se viene gestito bene, e un ottimo metodo per evitare troppo spam sulla pagina.

Rispondi