Goodbye delicious

Due giorni fa mi sono improvvisamente trovato sloggato da Delicious, probabilmente per un qualche reset dei cookie. La cosa strana però è che non riuscivo più ad accedere al mio account, nonostante la password fosse memorizzata correttamente sia in Chrome che in 1Password.

E ovviamente il sistema di recupero password non funzionava, lasciandomi con una rotellina che continuava a girare in modo indefinito.

Questo “disservizio” si andava però a sommare a tutti gli altri problemi e malcontenti nati con il passaggio della gestione del servizio di bookmarking da Yahoo ad Avos: pesante, lento, con un’interfaccia grafica con una densità di informazioni bassissima e sempre più puntata verso i (per me inutili) stack di bookmark.

Così, dopo due giorni di continue prove con il recupero password, ho deciso di abbandonare Delicious e ho pagato questi 9$ per potere accedere a Pinboard.

Ho iniziato ad aggiungere qualche bookmark e mi sono ritrovato subito a mio agio

  • l’interfaccia è piuttosto semplice, scarna e pulita;
  • fa una cosa sola: salvataggio dei bookmark;
  • sono disponibili diverse tipologie di bookmarklet: pop-up piccolo, pop-up con tag cloud, senza pop-up all’interno della stessa finestra del browser;
  • entrado sulla home, se loggato, vedi subito i tuoi bookmark (su delicious devi caricare la home, andare sul tuo nome, e dal menù che compare cliccare su “my links”);
  • c’è una tag cloud dei propri tag (su delicious sono elencati in colonna, occupando un sacco di spazio);
  • l’editing dei bookmark praticamente istantaneo;
  • tempi di caricamento della pagina ridottissimi (provate a confrontare la mia pagina dei bookmark pubblici su pinboard e su delicious);
  • possibilità aggiungere automaticamente dei bookmark (anche da leggere) monitorando il proprio account twitter, Read It Later, Readability, Google Reader (beh, no, con l’eliminazione degli shared items non credo ora funzioni più) o tramite invio di email;
  • lo sviluppatore di Pinboard ha un blog. E ci scrive pure un sacco.

Nel frattempo avevo inviato una mail all’assistenza di Avos: nel giro di 3-4 ore mi rispondono:

Hi Lorenzo,

The email address was incorrect in our system. I just updated it.
It shouldnt spin indefinitely now. Try again!

Ed effettivamente il recupero password ha funzionato. Il problema è che una volta riuscito a fare login, non ho pensato 2 volte ad andare diretto nelle impostazioni, esportare il database ed importarlo in pinboard.

Ora mi rimane solo un dubbio: lascio attivo l’account su Delicious o lo elimino?

  2 comments for “Goodbye delicious

  1. 11 novembre 2011 at 14:32

    Io mi sa che tra un po’ lo elimino. Comunque hai fatto benissimo, io mi trovo bene con pinboard. Qualche volta uso anche la funzione Note. Non è al livello del vecchio Delicious, ma a quello ormai abbiamo detto addio :/

    • Lorenzo Gerli
      11 novembre 2011 at 14:38

      Sono però confidente nella volontà dello sviluppatore di migliorarlo sempre di più. Per le note, devo capire bene come gestirle 😉

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.