Il giorno in cui Internet morì (in Egitto)

Dalle confuse informazioni che si trovano in rete, sembra che oggi il Governo Egiziano abbia dato l’ordine ai vari provider del paese di disattivare ogni forma di connettività, sia su tecnologia DSL che su rete mobile 3G.

Come si può notare dal grafico sopra (fonte: Renesys), uno ad uno i fornitori di connettività hanno spento le loro macchine, isolando completamente l’Egitto dal resto del mondo:

  • Telecom Egypt (AS8452), the national incumbent, starts the process at 22:12:43.
  • Raya joins in a minute later, at 22:13:26.
  • Link Egypt (AS24863) begins taking themselves down 4 minutes later, at 22:17:10.
  • Etisalat Misr (AS32992) goes two minutes later, at 22:19:02
  • Internet Egypt (AS5536) goes six minutes later, at 22:25:10.

Tutto ciò segue il block di Twitter indetto dalle autorità il 25 Gennaio, confermato dallo stesso social network tramite il proprio account globale per le pr:

Tutto perché Twitter, come già successo in Turchia, si stava dimostrando il mezzo più utilizzato dai giovani per organizzare le manifestazioni di protesta a Il Cairo. E la stessa sorte è toccata a Facebook qualche ora dopo.

La tipologia utilizzata dai block (che impediva l’accesso non solo diretto da web ma anche tramite applicazioni per computer fissi e sistemi mobile), era però facilmente superabile tramite proxy.

Ovvio che ora, senza connettività in tutto il paese (le ultime stime parlano di uno switchoff del 93%), non c’è proxy che tenga.

AGGIORNAMENTO 23:46: Per Reuters Il leader egiziano Mubarak parla in tv e annuncia che domani nominerà un nuovo governo. (via un tweet di Internazionale, che consiglio comunque di tenere d’occhio)

AGGIORNAMENTO 0.16: sembra che la procedura di switch-off sia iniziata dopo che Associated Press ha pubblicato questo video, in cui si vede un manifestante cadere a terra dopo essere stato colpito da un proiettile sparato dalle forze dell’ordine.

AGGIORNAMENTO 0.31: per facilmente aggiornamenti e notizie sulla situazione egiziana, che sta sempre peggiorando, consiglio questa discussione su FriendFeed.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.